Seminario di Yi Quan & Tai Chi 24 Shu stile Yang



Durata di 3 mesi tenuto a Salonicco

Dal 28/01/2015 al 28/04/2015


Locandina Corso Taiji Salonicco

Lo scorso settembre, su invito di una mia allieva greca di Salonicco, è nato il progetto appena conclusosi di questi tre mesi di diffusione del Kung Fu di base, dell'Yi Quan (Dachengquan) e della classica forma 24 Yang, la più diffusa nel mondo, ad un pubblico pronto che necessitava solo di un buon maestro per rimettere a posto le tante nozioni che avevano visto avvicendarsi nel corso delle varie esperienze con i precedenti maestri che come me dopo un periodo presso questa città erano dovuti rientrare ai loro oneri quotidiani.
Esperienza umana decisamente positiva, ha visto più di una dozzina di partecipanti avvicendarsi nei seminari che tenevo nei week-end per un totale di 5 ore (2,5 h sabato e 2,5 h domenica). La palestra che ci ha ospitati è nata come Dojo d'AiKiDo del maestro Karis, con al seguito un ben nutrito gruppo di Cinture Nere in perfetta armonia tra loro che alla fine della lezione tra ripiegare Kama e cinture, prendeva il Thé (Chai in greco) e ripuliva il Tatami scherzando tra loro e lasciando il “Dojo: come lo si era trovato!” - Poche regole, per nulla pompose, fatte semplicemente rispettare con l'esempio ai nuovi arrivati per avere sempre un clima di fraternità e collaborazione reciproche così utile per far funzionare ogni società che possa dirsi tale. Scopo delle discipline marziali, e di quelle sportive in genere, è insegnare il “rispetto delle regole” (Fair Play) ed il controllo della propria aggressività; pertanto svolgono una funzione educativa fondamentale nella strutturazione dell'io e nel senso di appartenenza ad una comunità (Famiglia-Scuola/Palestra-Società-Comunità_Europea- ed Umanità). La situazione della Grecia in genere, che a Salonicco apparentemente sembra non vedersi per l'abitudine che tutti hanno di socializzare a tutte le ore del giorno e della notte riempiendo gli innumerevoli locali della bella ed anarchica città, è comunque segnata dalla mancanza di lavoro e stipendi che si aggirano su meno della metà dei nostri. La complessa lingua è il primo scoglio da affrontare per chi si avventura da queste parti, essa ad esempio ha ben 7 modi diversi di scrivere quella che foneticamente suona come la nostra “i”, pertanto ringrazio la pazienzai dei miei allievi di Salonicco per il mio a dir poco goffo neo-greco e per la loro disponibilità, interesse ed affetto dimostrati verso di me con così poco tempo io sia riuscito a dedicargli. Un grazie alle due "Angele" che hanno organizzato il corso in loco, senza le quali, data la complessità appunto della lingua e la distanza, non sarei riuscito a realizzarlo ed un altro al maestro Karis che ci ha cortesemente ospitato nel suo Dojo per l'intera durata del corso, ed ovviamente ai partecipanti qui sotto ritratti nelle innumerevoli foto (infine uno speciale a Lambis per il suo supporto logistico con la mia vecchia auto che voleva a tutti i costi restare in Grecia e grazie a lui mi ha riportato finalmente a casa).


dojo salonicco tessaloniki grecia stage seminari gennaio febbraio marzo aprile 2015 taiji quan tai chi chuan qigong ki kung fu yang style dachengquan yi quan wu bu quan
dojo salonicco tessaloniki grecia stage seminari gennaio febbraio marzo aprile 2015 taiji quan tai chi chuan qigong ki kung fu yang style dachengquan yi quan wu bu quan
dojo salonicco tessaloniki grecia stage seminari gennaio febbraio marzo aprile 2015 taiji quan tai chi chuan qigong ki kung fu yang style dachengquan yi quan wu bu quan
allieva
allieva
Gedske Ramlov a Salonicco
Salonicco 2015
Marco Caporale Salonicco 2015
Gruppo Taiji 24 shu Salonicco Yi Quan Kung Fu Taiji chen
Sofia Mavridou
allieve
`Allora Anna pregò: Il mio cuore esulta nel Signore, la mia fronte s'innalza grazie al mio Dio. Si apre la mia bocca contro i miei nemici, perché io godo del beneficio che mi hai concesso. Non c'é santo come il Signore, non c'é rocca come il nostro Dio. Non moltiplicate i discorsi superbi, dalla vostra bocca non esca arroganza; perché il Signore é il Dio che sa tutto e le sue opere sono rette. L'arco dei forti s'é spezzato, ma i deboli sono rivestiti di vigore. I sazi sono andati a giornata per un pane, mentre gli affamati han cessato di faticare. La sterile ha partorito sette volte e la ricca di figli è sfiorita. Il Signore fa morire e fa vivere, scendere agli inferi e risalire. Il Signore rende povero e arricchisce, abbassa ed esalta. Solleva dalla polvere il misero, innalza il povero dalle immondizie, per farli sedere insieme con i capi del popolo, e assegnar loro un seggio di gloria. Perché al Signore appartengono i cardini della terra e su di essi fa poggiare il mondo. Sui passi dei giusti Egli veglia, ma gli empi svaniscono nelle tenebre. Certo non prevarrà l'uomo malgrado la sua forza. Il Signore... saranno abbattuti i suoi avversari! L'Altissimo tuonerà dal cielo. Il Signore giudicherà gli estremi confini della terra; darà forza al suo re ed eleverà la potenza del suo Messia`.



[ I Samuele 2,1-10 ]
© Copyright 2020 - TaiChiChen.it - Cookie Policy & Privacy
Generata in 0.012 secondi